Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)

ARANCIA

ARANCIA

3,00
3,00

Il prodotto non è attualmente disponibile per l'acquisto.

Ricca di vitamina C, alla arancia viene attribuita proprietà protettive dell’organismo. Interessante anche l’utilizzo estetico. Sono ottime da mangiare, oppure come ingredienti per dolci e gustosi piatti, o specialità derivanti dalla trasformazione: marmellate, succhi freschi, o disidratate.

L'arancio (Citrus × sinensis) è un albero appartenente alla famiglia delle Rutaceae, il cui frutto è l'arancia (o "arancio", come l'albero), talora chiamata arancia dolce per distinguerla dall'arancia amara. È un antico ibrido, probabilmente fra il pomelo e il mandarino, ma da secoli cresce come specie autonoma e si propaga per innesto e talea.

L'arancio è un albero sempreverde che può arrivare fino a 15 metri, dalle foglie allungate e carnose e dai fiori candidi. I frutti sono rotondi o oblunghi, leggermente ruvidi, e generalmente contengono 10 spicchi interni.

Il periodo di riposo dell'arancio è di soli tre mesi, per cui succede che l'albero fiorisca e fruttifichi contemporaneamente. I primi frutti si possono raccogliere in novembre (navelina), e gli ultimi a maggio - giugno (valencia late). Un albero adulto produce circa 500 frutti all'anno.

Oggi l'arancio è l'agrume più diffuso nel mondo e se ne coltivano centinaia di varietà. Alcuni frutti sono a polpa bionda (ovale, biondo comune, navelina, washingtonnavel, ecc.), altri a polpa rossa per via dei pigmenti antocianici in essi contenuti (moro, tarocco, sanguinello). Solo in Italia più di venti varietà vengono coltivate come frutta da tavola e altrettante per spremuta. Comunque, le arance dolci non vengono consumate solo come frutta fresca ma, soprattutto nel caso di quelle a polpa bionda, vengono utilizzate per la produzione di succhi (durante la lavorazione delle quali la buccia, preventivamente separata dal resto del frutto, viene sfruttata per estrarne l'olio essenziale in essa contenuto) e per la produzione di canditi e frutta essiccata.

Le arance vengono utilizzate anche in alcune ricette agrodolci come la famosa anatra all'arancia. Nelle tavole siciliane l'arancia si può trovare in insalata, con olio, sale e pepe, spesso con l'aggiunta di cipolle e olive. Sempre in Sicilia, la scorza è spesso usata per insaporire le creme da dolce, grattugiandola; si può anche candire, come talora insieme alla polpa tagliata a fettine. Un altro uso di ambedue le parti è nella marmellata di arance.

Continua lo shopping! scopri altri prodotti della sezione frutta disidratata